Domenica 1 marzo 2020 si entra nel cuore della Quaresima anche a Grottaglie.

Dopo le Solenni Quarantore siamo giunti già alla prima domenica di Quaresima.  Il Priore della Confraternita del Carmine di Grottaglie, Antonio Santese, affiderà il percorso simbolico della via Crucis ai Confratelli. Un rito con cui si ricostruisce e commemora la strada dolorosa di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota.

Ogni stazione, una fermata, sotto la guida spirituale di Don Ciro Santopietro.

Nell’Occidente cristiano pochi pii esercizi sono tanto amati quanto la Via Crucis. Essa rinvia con memore affetto al tratto ultimo del cammino percorso da Gesù durante la sua vita terrena: da quando egli e i suoi discepoli, « dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli ulivi » (Mc 14, 26), fino a quando il Signore fu condotto al « luogo del Golgota » (Mc15, 26), fu crocifisso e sepolto in un sepolcro nuovo, scavato nella roccia di un giardino vicino.